Isla de la Graciosa

Un piccolo Paradiso

Partendo via mare dal paesino di Orzola, nella parte settentrionale dell’isola, si raggiunge la piccola isola della Graciosa. Il viaggio dura più o meno 20 minuti. L ‘isola ha una superficie di 27 km quadrati, un piccolo lembo di terra abitato da poche decine di abitanti, un luogo totalmente fuori dal tempo. La piccola Graciosa  con I suoi 600 abitanti è la più piccola isola delle Canarie abitata. L’isola non presenta strade asfaltate ed  ha un unico centro abitato degno di nota: Caleta del Sebo. Nel minuscolo paesino sono presenti un ristorante, un bar, un negozio di noleggio bici e un’ altro negozietto di souvenir. L’isola si può esplorare noleggiando una bicicletta o facendo un’escursione a bordo di un fuoristrada. Coraggiosamente optammo per le biciclette, e non contenti di aver girato le spiagge ci spingemmo fino al piccolo paese Pedro Barba. Consiglio vivamente di portarsi parecchia acqua, durante la nostra escursione il sole picchiava sulle nostre teste e farsi trovare sforniti di liquidi può diventare pericoloso. Le spiagge sono di una bellezza selvaggia tra queste possiamo citare Playa de La Concha, Playa Francesca, Playa Amarilla e Playa de los Conejos. La Graciosa è un vero paradiso per gli amanti degli sport acquatici, essendo ventosa è molto gettonata dagli appassionati di kitesurf e vela. L’isola fa parte di una riserva naturale. Raccomando a tutti una visita di un giorno su questa selvaggia isola , molto bella anche se stancante il giro in bicicletta. Percorrendo la strada sterrata fino alla fine si giunge a Pedro Barba un minuscolo villaggio di casettine bianche. Le due uniche attività di sostentamento sono il turismo e la pesca. L’isola soffre la siccità a causa delle poche precipitazioni e gli unici animali che troviamo sono i conigli selvatici. La Graciosa è la prima isola sulla quale sbarcò pacificamente l’esploratore normanno Juan de Bethencourt in missione esplorativa finanziato dalla potente corona Spagnola.

Commenti chiusi